Libri per bambini | Intervista a Margherita Orsero, scrittrice e autrice

Leggere ai bambini dona loro la curiosità nelle nuove scoperte e una buona dose di fantasia.
E’ importante iniziare fin dalla tenera età e ritagliare ogni giorno un momento da dedicare alla lettura in autonomia o con la narrazione di un adulto.

Vi raccontiamo chi è Margherita Orsero, scrittrice e autrice di libri per bambini, e i suoi divertenti racconti illustrati.

libri per bambini
Ph. Serena Sanna

Margherita Orsero, scrittrice e autrice di libri per bambini:

Margherita Orsero cresce a Rocco Scrivia, in provincia di Genova, ma all’età di 18 anni si trasferisce con i suoi genitori nel capoluogo, a Genova.
E’ un’istruttrice di Vela, passione che nutre ogni qual volta gli impegni lo permettono.
Ama la lettura, l’arte, i gatti e viaggiare, proprio durante un viaggio nella sua città preferita, Parigi, Paolo il giorno del loro anniversario, le ha chiesto di sposarlo e l’anno prossimo convoleranno a nozze.

Un’altra sua grande passione è la scrittura, nel 2018 pubblica con la Casa Editrice Giovanelli i suoi primi libri per bambini “Una settimana a Trifoglioverde” e “La caccia all’uovo”.
Sempre nel 2018 è stato pubblicato nell’antologia “Racconti di Terra”
(InSedicesimo Edizioni) frutto del Premio Nazionale di letteratura rurale Parole di Terra del 2018.

In fase di stampa con la Casa editrice Giovanelli è il suo nuovo libro “Buonanotte a tutti i piccoli della cucciolata” che uscirà nel mese di dicembre.

Margherita Orsero
Margherita Orsero

Margherita Orsero si racconta in quest’intervista, ci accompagna nel suo mondo di fantasia e tra le pagine dei suoi libri.

Le trame dei libri per bambini di Margherita Orsaro:

Una settimana a Trifoglioverde

Il libro è composto da 7 favole di modo che ogni giorno ci sia una nuova avventura da far vivere ai bambini in compagnia dei simpatici animaletti che abitano il piccolo villaggio di Trifoglioverde: aiutare il coraggioso Sergente Tub e i procioni pompieri Pim e Pom a ritrovare la borsa scomparsa della signora Tina; imbarcarsi su un guscio di noce con l’ammiraglio Cippo; scoprire cosa c’è nei cestini da pic-nic di Gigi; o ancora partire per la Spedizione delle nevi con un gruppetto di cuccioli assai particolare, perché…nel mondo di Trifoglioverde ne succedono di tutti i colori e l’amicizia è l’chiave per risolvere ogni situazione.

La caccia all'uovo

Ogni anno, la domenica di Pasqua, i cuccioli di Trifoglioverde partecipano ad una grande caccia all’uovo all’interno del Parco del Gran Papavero organizzata dal Coniglio Pasquale… ma quest’anno qualcosa sembra andare storto.
Siete pronti a partire all’avventura con lo scoiattolino Albino, per risolvere un mistero misteriosissimo e scoprire che fine ha fatto la Gallina Pasqualina?
E dopo aver letto questa nuova avventura di Trifoglioverde che ne direste di giocare con i personaggi della favola? Tanti piccoli giochi vi aspettano!

Buonanotte a tutti i piccoli della cucciolata

Dopo una bella scorpacciata di latte i cuccioli della gattina Audrey sono pronti a fare la nanna.. Prima, però, ci vuole una storia!
Che ne direste di leggere insieme le filastrocche della buonanotte per tutti i piccoli della cucciolata?

libri per bambini
Ph. Valentina Tartarini

Intervista a Margherita Orsero:

Quando hai iniziato a scrivere?
Scrivo da quando ero piccola, mi è sempre piaciuto moltissimo, ma prima di “Una settimana a Trifoglioverde” non avevo mai avuto il coraggio di mandare qualcosa di mio ad una casa editrice!

E quando è arrivato questo coraggio?
La storia è un po’ buffa, in realtà! Quando ho saputo che mia cugina Maria era in dolce attesa ho iniziato a pensare cosa avrei potuto preparare per l’arrivo del cuginetto.
Non essendo, però, una campionessa del lavoro a maglia né di uncinetto
(e lasciamo perdere il punto croce!) ho pensato di buttarmi sulla cosa che mi veniva più naturale: scrivere!
Quando i miei cuginetti hanno iniziato ad avere l’età giusta per poter seguire le mie favole ho notato che piacevano molto, ho preso il giusto coraggio e ho partecipato ad un concorso bandito dalla casa editrice Giovanelli che metteva in palio la pubblicazione dell’opera vincitrice.
Quindi, il mio primo libro pubblicato, è dedicato a loro due: Alessandro e Tommaso, i miei primi “piccoli lettori”. Grazie a loro è iniziato tutto!

Sfogliando i tuoi libri ci sono dei disegni dolcissimi, di chi sono?
Ecco che arriviamo alla seconda parte di questa buffa storia… con grande sorpresa (e tanta emozione), poco prima dello scorso Natale ho ricevuto la bella notizia: avevo vinto il concorso!
A quel punto ho contattato una mia carissima amica chiedendole se aveva voglia di “imbarcarsi” con me in una nuova avventura illustrando le mie favole, e così, eccoci qui: il libro “Una settimana a Trifoglioverde” ha preso forma grazie alla mia penna e al pennello di Eleonora Papone!
Dopo di che è stata la volta del libro “La caccia all’uovo” completato da giochi scaturiti dalle deliziose illustrazioni di Eleonora!

A partire da quale età sono indicate le tue favole?
Vanno benissimo dai 5 anni in su.
Sono storie semplici popolate da simpatici animaletti e che si svolgono in un piccolo villaggio chiamato Trifoglioverde dove ogni problema può essere risolto grazie all’amicizia e al lavoro di squadra.
I personaggi, inoltre, sono spesso ricorrenti di modo che i bambini possano sentirsi più a loro agio… e, spero, affezionarsi di più a loro!

Quindi la collaborazione è sicuramente un ingrediente fondamentale per le tue favole?
Esatto, insieme al rispetto per l’altro… spesso l’amicizia a Trifoglioverde nasce tra animali di specie diversa o che solitamente, in natura, sono nemici. Sono quasi tutte piccole avventure (alcune più rocambolesche, altre meno…) e, ovviamente, a lieto fine che si sviluppano all’interno del mondo quotidiano in cui i bambini possono ritrovarsi.

Qual è il tuo personaggio preferito?
Questa è una domanda a cui temo di non riuscire a rispondere.
Sono affezionata a tutti i miei personaggi, anche a quelli negativi come il pericoloso Jack Civetta.
Quando scrivo le loro storie li immagino a 360 gradi: dove vivono, che lavoro fanno, quali sono le loro passioni, cosa non
sopportano, cosa adorano mangiare, chi è il loro migliore amico, di chi sono innamorati e così via… quindi è difficile che io non provi simpatia per ognuno di loro!

Da dove prendi ispirazione?
Difficile da spiegare…è un insieme di ingredienti!
In ognuno dei miei personaggi ho racchiuso un aspetto o una caratteristica delle persone che mi circondano… e, naturalmente, sono presenti anche i miei gattini Gigi e Gigia che mi assistono fedelmente in fase di scrittura!
L’elemento fondamentale, però, è la fantasia che probabilmente è ancora quella della bambina che si arrampicava sul pero nel giardino della nonna per leggere ed osservare la natura da un altro punto di vista…
E poi… quando scrivo immagino di raccontare una storia ai miei cuginetti Ale e Totti o ai miei nipotini Pietro e Filippo e penso alle domande che potrebbero farmi o a che cosa potrebbe incuriosirli.

Quindi, ti piacciono molto i bambini?
Moltissimo! Ed è anche per questo motivo che ho deciso di lanciarmi nel mondo dei laboratori creativi e di lettura ad alta voce!
Non mi scorderò mai il primo che ho organizzato insieme ad Eleonora nella Biblioteca di Borghetto Santo Spirito (SV): abbiamo allestito una mostra con i suoi acquerelli originali e nella giornata finale di esposizione abbiamo accolto un nutrito gruppo di bambini con cui abbiamo letto una favola e creato dei collage a tema Trifoglioverde!
Ora continuiamo separatamente ad organizzare laboratori, perché purtroppo non abitiamo vicine, ma quando riusciamo a fare coincidere i nostri impegni non perdiamo occasione per programmare qualcosa insieme!

Cosa fai nella vita quando non scrivi favole?
Ebbene sì, le favole non costituiscono la mia principale occupazione, bensì la mia valvola di sfogo, il mio angolino felice e tranquillo dove posso mettere per un attimo in pausa la realtà!
Devo dire, però, che sono fortunata, perché fino ad ora sono riuscita a fare quello che più mi piace: sto facendo, infatti, un dottorato in storia dell’arte medievale sugli affreschi del Camposanto di Pisa!
Sono spesso (e volentieri!) in giro per l’Italia e non solo, perché le mie due università sono a Losanna e a Genova. E, inoltre, negli ultimi mesi ho avuto la possibilità di lavorare all’Unesco a Parigi, che è la mia città del cuore,
e dove avevo già vissuto durante l’ultimo periodo universitario per scrivere la tesi.

Scrivi solo favole o anche fiabe?
Preferisco le favole… ma i miei taccuini (troppi da contare…) racchiudono anche tantissime fiabe e racconti di ogni genere che spero prima o poi di riuscire a pubblicare!
Ogni giorno arriva uno spunto diverso, una nuova idea che mi appunto su uno dei miei quadernini ovunque mi trovi nel mondo e qualunque ora sia, per questo quaderno e matita nel mio zainetto non mancano mai…

Dove possiamo trovare i tuoi libri?
La cosa più comoda è farli arrivare direttamente a casa vostra acquistandoli tramite lo shop della casa editrice Giovanelli!
Oppure potete ordinarlo in libreria!
Piccoli consiglio per i liguri: a Genova, la mia città, potete trovarlo nelle librerie L’amico ritrovato o La locanda delle favole; nel ponente ligure, dove vive Eleonora, lo trovate presso le librerie L’armadilla (a Imperia) e Aria di inchiostro (ad Arma di Taggia).
Ovviamente per qualsiasi informazione sui libri e sui laboratori, per rimanere sempre aggiornati sugli eventi organizzati o anche solo per fare quattro chiacchiere, mi potete trovare sul profilo Instagram dedicato al mondo di Trifoglioverde!
Se, poi, anche voi vi siete innamorati dei disegni di Eleonora potete visitare il suo sito con annesso shop.

libri per bambini
Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *