Un cane per amico | Quale razza scegliere?

In questo periodo dell’anno uno degli argomenti caldi è quello dell’abbandono dei cani.
Le campagne di sensibilizzazione impazzano tanto sui social, quanto sui canali di informazione tradizionali.

Ma qui non parleremo di abbandoni, ma bensì di adozioni!
Quale bambino non ha mai espresso il desiderio di avere un amico peloso?

Lo so, l’impegno è tanto. I bambini promettono di occuparsene loro e poi, puntualmente, tutto ricade su noi genitori.
Inoltre la paura di adottare una razza non proprio adatta ai bambini fa si che tanti rinuncino fin dal principio pensando che non sia una buona idea.

Che età scegliere?

Quando si inizia a pensare di allargare la famiglia con un pelosetto, l’idea ricade subito su un cucciolo, pensando che così crescerà insieme al nostro bambino. Questo da una parte è assolutamente vero e sicuramente avrebbero molti più anni per stare insieme.

D’altro canto però per i cuccioli bisogna affidarsi a un allevamento, perché è difficile trovare nei canili cani di pochi mesi. E i costi dei cuccioli con Pedigree, si sa, sono particolarmente alti. Si parte da un minimo di 500/600 € per arrivare anche a 2500/3000 €.

Spesso una famiglia non può certo spendere questa cifra, considerando poi tutte le spese da sostenere tra veterinario, mangime e allestimento della casa per ospitare al meglio il nuovo arrivato.

Inoltre vi ritroverete così con due cuccioli in casa da gestire. E spesso la situazione potrebbe diventare pesante. Sia i bambini che i cani, in tenera età sono molto impegnativi. Vanno “addestrati” (in fin dei conti anche i nostri figli nei primi anni subiscono una sorta di addestramento) e richiedono molte energie e attenzioni.

Piccolo consiglio:

Il consiglio che posso darvi è quello di rivolgervi al canile più vicino a voi. Sicuramente riuscirete a trovare un cagnolino tra uno e due anni di età bisognoso di una casa e di tante coccole. Così non sarà ne troppo grande, ma avrà già superato quella fase iper agitata che caratterizza i cuccioli.

Potrebbe essere quindi più facile per voi gestire la situazione iniziale di adattamento, sia vostra che del nuovo arrivato.

Taglia piccola o grande?

Questo ovviamente dipende molto dagli spazi che avete a disposizione per ospitare il muovo membro della famiglia.

Se la vostra casa dispone di un giardino o di un grande spazio esterno potete indirizzarvi su un cane di taglia media o grande. Io, personalmente parlando, non riuscirei comunque a farlo dormire all’aperto. Specialmente in inverno o quando il tempo non è dei migliori. Per cui siate tranquilli di potergli dare uno spazio al chiuso abbastanza grande, comodo e riscaldato per quando non potrete lasciarlo all’aperto.

Se invece vivete in un appartamento e lo spazio è poco, non per forza dovete rinunciare. Esistono tantissime razze di cani taglia piccola, o addirittura toy, che si adattano veramente a spazi piccolissimi.

Non pensate erroneamente che più piccolo sia il cane e più sia calmo. Spesso infatti è esattamente l’opposto. I cani di taglia grande tendono ad essere più mansueti e tranquilli, mentre quelli più piccolini potrebbero essere più agitati e rumorosi.

Qualsiasi sia la scelta bisogna però ricordare che i cani hanno molte esigenze. Occorre portarli fuori a passeggio almeno due o tre volte al giorno. Assicurarli lunghe passeggiate e, spesso, trovare anche un posto per farli correre liberamente.

Questo vale anche per i piccolini, nonostante possono essere abituati a fare i propri bisogni all’interno delle mura domestiche.

Che razza scegliere?

Meticci:

Non sempre infatti il cane che più piace ha di base un carattere “adatto” a convivere con bambini piccoli. Occorre quindi capire bene quali sono le nostre esigenze e adottare i “cane giusto”.

Leggenda narra inoltre che i meticci riescono a prendere le caratteristiche migliori delle razze pure. Per cui sono meno soggetti ad ammalarsi e vivono più a lungo.
Nella maggioranza dei casi vengono regalati e non c’è bisogno di spendere cifre astronomiche in un allevamento.

Taglia grande:

Labrador e Golden Retriver

La loro mole potrebbe a prima vista intimorire. Ma se disponete degli spazi giusti, sono affidabili, fedeli, affettuosi e dei gran giocherelloni.
Entrambi sono adatti alla vita da appartamento, ma dovete portarli spesso a correre in spazi aperti.

Se insieme portate anche i vostri figli, torneranno tutti a casa con la giusta dose di stanchezza.
I maschi arrivano ad essere tra i 56 e 61 cm per un peso tra i 29 e i 35 kg, mente le femmine tra 51 e 56 cm per 25/30 kg di peso.

Terranova:

Soprannominato cane babysitter, proprio per la sua pazienza con i bambini. Ha bisogno di grandi spazi e si adatta poco alla vita da appartamento. Utile anche come cane da guardia, dal momento che può diventare aggressivo per difendere il suo padrone.

Il maschio arriva a 70/75 cm di altezza per un peso che va tra i 65 e i 70 kg. La femmina può arrivare a pesare tra i 52 e 58 kg per un altezza tra 64 e 68 cm.

Bracco ungherese e Setter irlandese

Nascono entrambi come cani da caccia, ma hanno un carattere dolce e molto affettuoso. Sono dei veri giocherelloni, soprattutto con i bambini.

Vista la loro origine, amano correre molto e non sono adatti per vivere in un appartamento.

Alti tra i 55 e i 65 cm, arrivano a pesare tra i 20 e 30 kg.

Collie

Noto alla memoria di tutti come Lessie. Nasce come cane pastore.
Estremamente intelligente e obbediente, ama correre, giocare e fare molta attività fisica.
Nonostante questo può essere abituato anche ad una vita da appartamento purché si porti spesso all’aperto.
Indicatissimo come prima esperienza con un amico peloso.
Il suo manto lungo e morbido ha bisogno di toelettatura e cure costanti.

Arriva a pesare fino a 30 kg per un massimo di 60 cm di altezza.

Taglia media:

Beagle e Bull Terrier:

Il primo nasce come cane da riporto. Dal carattere bilanciato e tollerante. Ama giocare con i bambini e, se ben addestrato, va d’accordo anche con altri animali domestici, gatti compresi.

Il Bull Terrier è un ottimo cane da compagnia. Particolarmente adatto ai bambini irruenti e non abituati ad approcciarsi ai cani grazie alla sua elevata soglia del dolore.

Entrambi dal pelo corto, richiedono poche cure, se non essere lavati e spazzolati secondo esigenza.

Non più alti di 40 cm arrivano a pesare massimo 17 kg. Si adattano bene alla vita da appartamento.

Taglia piccola:

Carlino e Bulldog

Il primo dall’aspetto buffo e simpatico. Si affeziona tantissimo ai bambini, spesso diventando la loro ombra in giro per casa.

Il secondo caratterizzato da una massiccia massa muscolare, può inizialmente intimidire i bambini con il suo aspetto burbero.

In realtà sono entrambi docili e molto affettuosi. Dal carattere pigro, amano molto riposare e si adattano quindi benissimo alla vita da appartamento.

Assicurate comunque loro una buona dose di attività fisica e una dieta sana ed equilibrata. Specialmente il carlino infatti, tende a diventare sovrappeso.
Quindi assolutamente consigliate lunghe passeggiate e giochi all’aria aperta.
Ovviamente questa non è la verità assoluta, ma solo alcuni utili consigli. Ogni cane avrà poi il proprio carattere e le proprie esigenze. Proprio come noi umani.

Il bello di averli accanto è anche questo. Scoprirli e aiutarli ad abituarsi a voi e alle vostre abitudini familiari.
Vedrete che sapranno darvi amore incondizionato senza chiedere nulla in cambio, se non qualcosa da mangiare e una cuccia soffice dove dormire.

Avere un amico peloso è impegnativo, ma anche molto molto appagante.

Please follow and like us:
error

16 thoughts on “Un cane per amico | Quale razza scegliere?

  1. Hai ragione sono i nostri migliori amici, come ci aspettano loro quando rientriamo a casa dal lavoro nessuno. Danno amore senza chiedere nulla in cambio.

  2. Io non ho cani perchè sono una vera gattara ahahah però nonostante questo amo molto anche i cani. Adoro i bovari, ma sono tutti carinissimi.

  3. Sono dell’idea che i cani vanno presi ai canili e non vanno comprati, io ne ho 2 meticci e sono perfetti. Purtroppo spesso quelli comprati in negozio vengono maltrattati e rinchiusi in gabbie e gli fanno fare certi viaggi lunghi, al caldo, malati, non è così da per tutto, ma ritengo che presi dal canile sia meglio.

  4. Ottimi consigli: utili e sensati. Purtroppo il Teppistello ha paura dei cani, dopo uno spiacevole incidente accaduto quando era piccolo e ora stiamo cercando di fargliela superare con l’aiuto dei cagnoloni della zia. Speriamo bene 🤞 l’unico cagnolino che “tollera” ( diciamo così) é il volpino di una ragazza che fa ripetizione da me.

  5. ho letto con molto interesse il tuo articolo avendo un cane. Mi è dispiaciuto non aver visto una foto di un meticcio al termine del tuo articolo nonostante tu li abbia nominati……. Anche i meticci sono perfetti per la compagnia……magari non sono di moda ma hannolostesso tante doti 😀

  6. A me è capitato di adottare un meticcio di 4 anni, per puro caso.
    Ho accompagnato un’ amica e alla fine sono tornata a casa con Mojito, un collare ed un guinzaglio anche io.
    Ci siamo semplicemente guardati negli occhi. Mi è scattato qualcosa dentro e non potevo lasciarlo lì senza di me!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *