Sbiancamento dentale, metodi naturali e non | Pronte a sorridere?

Viviamo in un mondo dove l’estetica è fondamentale.
Vi basterà osservare il vostro social preferito o sfogliare un giornale per comprendere quanto il canone della bellezza ad oggi sia così importante, corpi di ragazze perfette.
Anche i denti, come il seno, le labbra e i glutei hanno la loro parte, sono il nostro biglietto da visita.

Una delle richieste più gettonate del momento in campo odontoiatrico e’ proprio lo sbiancamento dentale.

Lo sbiancamento dentale è un trattamento estetico che va a sbiancare leggermente i denti riportandoli al loro colore naturale, perso in seguito a colorazioni estrinseche come : il fumo, il caffè, il tè, coloranti artificiali oppure dovuto al passare del tempo, purtroppo anche i nostri denti invecchiano. 

Lo sbiancamento può essere professionale o domiciliare.

Lo sbiancamento professionale viene effettuato in studio, per i miei pazienti ho scelto la BlancOne, il tipo Click. 
Questo tipo di trattamento sbiancante viene effettuato post igiene orale ed è rapido ed efficace
In 10 minuti tramite un gel che viene applicato sui denti e attivato da una lampada Arcus avrete dei denti più bianchi e luminosi

E’ un trattamento lowcost, infatti con poche decine di euro avrete risultati ottimi e un sorriso smagliante.

Lo sbiancamento rovina i denti?

Assolutamente no, molte persone ne hanno il terrore ma l’importante, per evitare questo inconveniente, è effettuare sempre un trattamento in centri odontoiatrici o estetitici, utilizzando prodotti certificati e testati e non comprando quelli che potete trovare nei negozi.
Diffidate assolutamente da questi!

Lo sbiancamento domiciliare

Per lo sbiancamento domiciliare, sempre della linea BlancOne, abbiamo il tipo extra. 
E’ un programma di mantenimento domiciliare che prolunga i risultati ottenuti con lo sbiancamento professionale composto da 2 trattamenti : duetto e stick
Il trattamento “Duetto” e’ formato da 2 tipi di gel che utilizzati in modo alterno, vanno a sostituire il classico dentifricio. 

Ed infine, abbiamo il trattamento “Stick”, che è una penna sbiancante, che va a rimuovere le macchie dovuta a nicotina, caffè, tè, e a mantenere il vostro sorriso più bianco nel tempo

Sempre parlando di sbiancamenti domiciliari, e soprattutto quelli fai da te, lascio la parola alla mia amica Cecilia. 

Sbiancare i denti con i metodi naturali

Se ancora non siete convinte di voler investire su un trattamento professionale, posso consigliarvi dei metodi naturali molto efficaci!
Scommettiamo che riesco a farvi avere un sorriso smagliante con ingredienti facilmente reperibili in casa? 

Bisogna avere un’unica accortezza: non esagerare. Per avere dei denti sani non bisogna usarli con insistenza, soltanto per eventi importanti!

Il primo ingrediente che è anche il più gettonato: Il bicarbonato.
Al massimo una volta al mese, usatene un po’ proprio come se fosse un dentifricio e spazzolate i vostri denti. Vedrete che risultati!

Il secondo è un ingrediente più stagionale: la fragola
Tagliate il frutto a metà e passatelo sui denti, la sua lieve acidità riuscirà a schiarire le macchiette dovute alle bevande più scure che macchiano lo smalto (vino rosso, tè e caffè).

L’ultimo prodotto, ricchissimo di proprietà, è l’aceto di mele.
Fate uno sciacquo con circa due dita di aceto non diluite e trattenetelo in bocca per almeno un minuto; vi permetterà di eliminare tutte le macchie superficiali.

Denti più bianchi con il Make-up

Ci sono poi dei piccoli stratagemmi per creare un’illusione ottica e far sembrare i denti più bianchi con il make-up.
Rossetti e lucidalabbra possono essere di grande aiuto: per esempio vanno preferite le formule più cremose e lucide rispetto a quelle opache perché danno più luminosità al sorriso.

Se andiamo a studiare la ruota dei colori vedremo che le tonalità fredde come il blu, il viola, l’azzurro sono opposti all’arancione, rosso e giallo.
Ciò vuol dire che i rossetti con base fredda sono in grado di annullare il colore giallognolo dei denti e riescono a farli apparire immediatamente più bianchi!

Questo non vuol dire che dobbiamo escludere i rossetti rossi, che sono i preferiti di tante, ma dobbiamo avere l’accortezza di prediligere tonalità più fredde rispetto per esempio ad un color corallo o un rosso geranio.
Via libera ai fucsia e i rosa che contengono pigmenti blu-violacei ed escludiamo quelli più tendenti al color pesca, albicocca.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *