Roba | Cosa non farò mai quando sarò mamma

“Questo a mio figlio non lo permetterò!” –  Cosa è cambiato?

Prima di diventare mamma, ad ogni occasione, ripetevo a parenti, amici e conoscenti quello che non avrei mai fatto o lasciato fare a mio figlio. Non fidandosi delle mie parole, mi chiesero quindi di scriverlo per punti: se non fossi stata coerente avrebbero avuto il permesso di prendermi in giro.

E così ho fatto, penna e agenda alla mano, ho iniziato a scrivere.

Cosa non farò mai quando sarò mamma
  1. Mio figlio dormirà nel suo letto fin dalla nascita
  2. La mia casa non diventerà un luna park
  3. Ci saranno delle regole che dovrà rispettare
  4. Niente vizi e capricci inutili
  5. No al cellulare, almeno fino ai 10 anni
  6. Niente vizio delle braccia
  7. Non sarà mai un bimbo dipendente dalla televisione
  8. Niente baci sulla bocca
  9. Vietato il girello
  10. Lo sgriderò ogni volta che lo merita!

Dieci punti che ripetevo spesso. Tanti altri non li ricordo, ricordo però che, ogni volta che notavo qualcosa che non andava secondo i miei piani, puntualizzavo e dicevo la mia.

Ora sono diventata mamma. Che fine hanno fatto tutti questi buoni propositi?
Cosa faccio ora che sono mamma
  1. Letto: anche se con difficoltà, perché la maggior parte della nottata la passo seduta sul letto con lui in braccio o passeggiando per la stanza, mio figlio dorme nella sua culla.
  2. Luna park: La mia casa è uno dei parchi divertimento più belli della zona, ogni fine settimana arriva una nuova attrazione 🙂
  3. Regole: al momento non ci sono, dato che non ha neanche un anno, ma quelle date ai parenti le sto facendo rispettare tutte (con fatica).
  4. Capricci: spesso vengo rimproverata un po’ da tutti perché a volte, quando mi rendo conto che Antonio piange senza motivo, lo lascio piangere. Il cuore mi si stringe, nessuna mamma vorrebbe sentire e vedere piangere il proprio bimbo, ma so che è solo un capriccio e che se non lo abituo da adesso mi troverò male in futuro, quindi lo lascio piangere finchè non gli passa.
  5. Cellulare: non ce l’ha neanche sotto forma di gioco.
  6. Braccia: questo è stato uno dei punti più discussi, combattuti e difficili ma credo di esserci riuscita. È stato solo tra le mie braccia e quando ne aveva bisogno.
  7. TV: Al momento non sa neanche cosa sia.
  8. Baci: ma lo avete visto? Come si fa a non mangiarlo di baci 🙂 Ragazze, amiche, mamme, questo è proprio un punto troppo difficile da rispettare… Però devo ammettere che spesso mi freno e lo bacio ovunque tranne che sulla bocca.
  9. Girello: ci sono varie scuole di pensiero, come un po’ per tutto. Io preferisco seguire quella che sconsiglia l’utilizzo del girello, fino ad ora mi sono trovata bene senza e penso che non lo adopererò.
  10. Sgridare: ma come si fa? Io qualche volta vorrei anche farlo, ma poi si gira verso di me, mi guarda, mi fa ciao con la manina e io lo mangio di baci 🙂 Non mi vengono proprio in mente le parole per sgridarlo.

Ecco care amiche mamme i miei buoni propositi. Voi ne avete? O meglio prima di diventare mamme ne avevate? Se la risposta è sì, siamo curiosissime di sapere quali sono, quali erano e come siete riuscite a rispettarli… sempre che ci siate riuscite 🙂

Lasciateci pure un vostro commento in cui ci spiegate tutto!
JESSICA SANTALUCIA FOR MOMSLOWCOST

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *